Questo è lo splendido periodo dell’anno in cui tutta la natura comincia a stiracchiarsi per andare a dormire durante l’inverno e lo fa mostrando i suoi colori ancora più forti.

Hai mai guardato bene un cielo d’ autunno?

Ha un azzurro limpido che rincuora, oppure gli alberi con la chiome che sembrano un fuochi d’artificio.

È il colpo di coda di madre natura che vuole ricordarti di non temere il buio invernale perché tornerà splendente come la vedi ora.

Licenze poetiche a parte questo momento rappresenta la sera, il raccoglimento, la calma casalinga, la vecchiaia saggia.

Le ore del giorno e quelle della notte sono equivalenti e questo ti ricorda che hai la possibilità di sfruttare questo giorno per riequilibrarti e tutto il periodo autunnale per fare un lavoro introspettivo su di te.

È un Sabba legato a  Persefone , che lascia la gioia della vita terrestre per trascorrere questa metà dell’anno nel regno dei morti, nell’ Ade.

Se non conosci la  storia ti consiglio di leggerla perché è veramente molto bella e piena di significati.

Quello più importante è il valore della morte ( ovviamente metaforica) necessaria per rinascere,

Trasformazione come fine ultimo di tutto il percorso di vita.

In fondo questo è il mese della vendemmia e niente meglio dell’uva che al buio si trasforma in vino rende l’idea di questo momento.

A primavera rinasceremo botti di vino, evviva!

Ti starai chiedendo come onorare al meglio questa festa e io sto qua apposta per dirti come farlo senza sembrare una squinternata in preda ad atti di magia che non conosce, chi invece pratica il paganesimo o la Wicca , non ha bisogno di me ma mi vuole bene lo stesso.

Cose fiche da fare per l’equinozio d’autunno:

  • Un bel resoconto di quanto fatto finora; è sufficiente? Puoi tranquillamente superare l’inverno oppure devi impegnarti di più?
  • Ringraziare per quello che hai e per come sei, perché c’è sempre qualcosa per ci essere grati.
  • Guardare gli eventi del passato, ricorda una cosa fondamentale: sono chiusi nel passato. è il momento migliore per comprendere la lezione insita in loro e vedere quanto tu sia forte!
  • Sguazzare come i bambini felici nelle pozzanghere, prima che faccia troppo freddo ovviamente.
  • Ammirare i colori meravigliosi che ci sono ovunque
  • Mangiare un buon risotto con la zucca.
  • Fare meditazione per conoscerti di più, inizia ora questa pratica e sarai felice di portarla avanti.

Elisabetta Settembrina.

Condividi su