Già, perché?

Come mai non ti arriva ciò che desideri con tutto il cuore, testa e pure fegato?

Dove sta l’inganno e di chi è la colpa?

L’ universo è regolato da leggi ben precise, una delle più conosciute è la legge di attrazione.

C’è un fiorire di corsi, libri, post, articoli intorno a questa norma e sembra che non attuarla sia un peccato mortale, che la vita non funzioni come dovrebbe.

E allora ecco che pratichi alla lettera quello che ti viene detto ma il cambio il lavoro che sogni non arriva, l’amore è lontano, il benessere economico sta proprio in un altro mondo e la serenità va a farsi friggere.

Ti ritrovi piena di suggerimenti, dritte, compiti da fare, meditazioni e l’unica cosa che ottieni è la “depressione” del non riuscire ad attrarre, di non aver cambiato la tua vita con la forza del pensiero e le giuste frasi motivazionali.

Ma andiamo per ordine

CHE COSA È LA LEGGE DI ATTRAZIONE:

Ciò che è simile si attrae o simile attrae simile.

Questa frase è la base della legge, sembra un concetto bellissimo e già ti vedo che ti senti un fiore che attrae api. 

Sei sicura di essere un fiore?

Nella tua vita arriva solo ciò che è in risonanza con te, con la tua essenza, con quello che vibri.

La regola è semplice, basta seguirla.

Ma  la legge d’attrazione non è il genio della lampada che esprime i tuoi desideri o la bacchetta magica, lo devi tenere a mente e tra poco ti spiegherò perché non è questa la sua funzione.

Ora ricorda questo: la legge d’attrazione è sempre attiva, lavora sempre, anche in questo momento.

Non esiste che l’universo non ti ascolti.

OK, ma se è sempre attiva perché non funziona?

Funziona, funziona ma ci sono degli ERRORI che la bloccano.

VEDIAMOLI INSIEME:

  • La tua vibrazione.

Quando chiedi all’universo sei concentrata su quello che ti manca e quindi ciò che emani è una mancanza, attrai ciò che sei perciò in quel momento sei un vuoto e attrai il vuoto.

Oppure nel tuo cuore albergano sentimenti come la rabbia, il risentimento, il pensiero di non meritare ciò che vuoi ( fidati che questo è più comune di quanto pensi).

  • Il desiderio.  

Quando esprimi il desiderio devi essere dettagliata nei particolari, visualizzarlo, mai essere superficiale o poco attenta ai particolari.

L’errore più comune è, per esempio, dire “ voglio l’amore” non vedendo che già c’è l’amore ma quello che manca è un compagno di vita, ma tu non vuoi chiunque, vuoi una persona che abbai delle  caratteristiche precise. 

Concentrati su ciò che vuoi esattamente.

  • L’impazienza.

Avere fretta ci sta, è un sentimento comune, ma si commette l’errore di non avere fiducia, chiedere in continuazione è mancanza di rispetto nei confronti delle potenze superiori.

  • Supplicare.

La supplica è figlia dell’impazienza. Chiedere insistentemente e in continuazione crea una vibrazione di sofferenza.

  • Mancanza di gratitudine.

Puntare l’attenzione su ciò che non hai invece di essere grata per ciò che c’è nella tua vita è l’errore maggiore da fare perché porti la tua energia verso la mancanza.

Ricorda che dove punti l’attenzione c’è crescita e, soprattutto, usa la gratitudine per attrarre sempre già cose per cui essere grata.

L’acqua va sempre al mare, questo detto l’ho capito realmente solo quando ho applicato la gratitudine come base delle mie meditazioni.

Il mio cuore è grato e ogni giorno ho cose nuove per cui ringraziare, attraggo come un potente magnete l’abbondanza.

Condividi su