Che cosa è?

Quando parliamo di solstizio bisogna ricordare che, durante l’anno, ce ne sono due: quello invernale e quello estivo.

Noi ora, ovviamente, stiamo nel pieno di quello estivo che cade tra il 20 e il 22 giugno. La data non è sempre la stessa con precisione, perché varia a seconda dei fusi orai diversi ma rispetta sempre il momento in cui il sole tocca il punto più alto.

È il giorno esatto nel quale la luce diurna supera quella notturna, dove il sole rimane fermo e dona il suo grande fulgore, quindi il giorno più lungo dell’anno. un bagno di luce praticamente.

Perché si celebra?

Durante i momenti cruciali che compongono la ruota dell’anno, il solstizio estivo segna il passaggio dalla primavera all’estate, cioè a quel periodo che vede i fiori trasformarsi in frutti. Il grano matura e poi viene colto e si fa rifornimento e scorte di cibo. Era anticamente il periodo che garantiva la sopravvivenza durante la stagione fredda.

In questa precisa stagione il sole si contrappone all’oscurità e ne beneficiamo tutti, è la forza della luce. È la scorta di vitamina D per il resto dell’anno.

Come celebrarlo.

Ci sono molte tradizioni che ci dicono il modo corretto per onorare questo giorno nel quale i confini tra i mondi sono sottili, tutte vanno rispettate. Si possono seguire quelle o cercare di creare un proprio rituale rispettando la potenza della giornata.

Tra le cose che puoi fare senza seguire i confini che non conosci ci sono queste:

  • Guardare il sorgere del sole. Aspetta l’alba e goditela, lascia che i suoi colori ti riempiano la mente, il cuore e il corpo, assapora la sua bellezza. Io personalmente quando posso lo faccio al mare, seduta sulla spiaggia e mi commuovo sempre.
  • Divertiti con gli amici, fai un falò che ricordi il sole, condividi cibo e bevande, è una festa di grande gioia non dimenticarlo
  • Raccogliere dei fiori per adorare la tua abitazione.
  • Sdraiarsi al sole per assorbirne la potenza, mi raccomando con la protezione solare, perchè potenti sì ma ustionate no!
  • Passare del tempo all’aria aperta, in mezzo alla natura, possibilmente vicino all’acqua, questo ti porta sempre dei benefici ma durante le giornate energicamente più potenti funziona meglio.
  • Dedicare del tempo a te, ai tuoi pensieri, ai progetti, all’amore ma nei tuoi confronti. Puoi scriverti dei messaggi positivi ispirati proprio dal solstizio.
  • Onorare la vita, sembra una cosa semplice ma spesso non è così.

Credo che la cosa più importante da ricordare è che rappresenta una porta aperta verso un cambiamento, nel caso specifico di stagione, ma dentro di può essere un portale interno nel quale hai l’occasione di riflettere su cosa significhi per te e come tranne maggiore giovamento. Ogni passo della vita porta a quello successivo e quello dopo ancora, sembra che le stagioni siano ripetitive e sempre le stesse ma tu sei ogni volta una persona più ricca di esperienza, non sottovalutare il tuo cambiamento personale.

Felice solstizio.

Condividi su